Aloe Vera: un alleato prezioso, parola di Alessia

Home / Notizie / Aloe Vera: un alleato prezioso, parola di Alessia
Aloe Vera: un alleato prezioso, parola di Alessia

Aloe Vera, una pianta conosciuta da oltre duemila anni e apprezzata tutt’oggi per le sue proprietà benefiche e curative: Cleopatra la usava nei suoi rituali di bellezza,  Cristoforo Colombo per guarire le ferite dei suoi soldati e, attualmente,  è reperibile in tante forme diverse per altrettante indicazioni.

Dal tessuto centrale delle foglie si ottiene un gel mucillaginoso ricco in polisaccaridi dalle virtù antinfiammatorie e cicatrizzanti, benefiche in caso di gastriti, ulcere peptiche e coliti,  e capace di stimolare l’attività epatica e la depurazione dell’organismo.

L’Aloe Vera, inoltre, influisce positivamente sulla diuresi, contrasta i danni da radiazioni UV  e grazie alla sua azione antinfiammatoria e anti radicali liberi, è  preziosa anche per la bellezza: associata al succo di mirtillo è spesso usata per contrastare l’odiata ‘buccia d’arancia’.

Da ottimi risultati anche nell’uso topico per il trattamento di psoriasi, eczemi, bruciature, piaghe, ferite o ulcerazioni ed è impiegata in diverse creme anti age poiché stimola la produzione di collagene e acido ialuronico.

Grazie alle sue proprietà rinfrescanti, lenitive e idratanti, il gel di Aloe Vera  può essere applicato sulla pelle per alleviare scottature ed eritemi solari, irritazioni da rasatura o ceretta ed è un vero sollievo in caso di  punture d’insetto.

A seconda dello scopo, come già accennato,  viene spesso associata ad altri ingredienti come, ad esempio, in queste due formulazioni ESI:  l’Aloe Vera Gel con olio di Argan, dall’azione profondamente idratante e nutriente per le pelli molto secche e danneggiate, e quello con Vitamina E (antiossidante)  e Tea Tree (antimicrobico)  consigliato per contrastare irritazioni, arrossamenti e scottature, anche dopo prolungate esposizioni ai raggi solari.

In commercio si trovano centinaia di prodotti a base di Aloe, ma i migliori sono quelli che utilizzano piante coltivate in Italia, magari bio, senza conservanti, non pastorizzati e privi, o con un bassissimo contenuto, di aloina, un antrachinone dalle proprietà lassative che potrebbe risultare irritante per l’intestino.è

È importante, infine, che le confezioni non siano trasparenti perché il gel di Aloe si ossida facilmente alla luce.